Pages Menu
Categories Menu

Posted in Finanziamenti

Quali sono le forme d’investimento migliori del 2016?

La situazione finanziaria globale è fortemente compromessa.
Tutti i Paesi dell’eurozona sino ad oggi hanno visto le proprie borse valori soffrire di una volatilità molto grande. Il fenomeno della volatilità ossa del repentino oscillare di valore degli indici è sintomatico della incertezza politico-economica che caratterizza il nostro tempo.
I risparmiatori in un clima così difficile, ovviamente si sentono disorientati.
Nessuno, nemmeno gli analisti più esperti riescono più a fare previsioni a lungo termine. In questo 2016 è necessario investire con grande cautela per evitare di dover affrontare nel corso del 2017 perdite importanti.
Il quatitative easing della banca centrale europea, promosso da Mario Draghi, ha senza dubbio raggiunto l’obbiettivo di limitare la speculazione, tuttavia ha prodotto una rapida decrescita dei tassi di interesse dei titoli di stato, che storicamente sono considerati “l’investimento per eccellenza” dal risparmiatore italiano.
Oggi i BTP a 10 anni offrono un interesse appena del 1,26%, davvero molto poco se si compara il dato con le quotazioni di 4 anni fa, dove il BTP decennale offriva rendimenti nell’ordine del 4%.
Gli investitori preso atto dei bassi interessi offerti dal mercato si sono mossi verso i beni rifugio.
Da sempre l’oro è considerato il bene rifugio per eccellenza visto che è altamente rivendibile e possiede una quotazione ufficiale riconosciuta in tutto il mondo.
Visti gli sviluppi politici dell’eurozona che hanno visto la Gran Bretagna uscire dalla Unione Europea e la Sterlina perdere il 30% del suo valore, un investimento interessante può essere quello in Sterline d’oro.
La quotazione della Sterlina d’oro ha come sottostante l’andamento della valuta inglese e ultimamente si compra a prezzi molto favorevoli. Può essere un’ottima forma di investimento per proteggere i propri risparmi dalle fluttuazioni del mercato azionario ed obbligazionario.