Pages Menu
Categories Menu

Posted in Prestiti

PayPal vs Postepay: prepagate a confronto

Nella società odierna, l’e-commerce ha un ruolo importante nelle transazioni giornaliere effettuate da chiunque abbia la necessità di prelevare o inviare denaro.
Una conseguenza di ciò è stata la creazione delle carte prepagate, che sono spesso scelte come alternativa rispetto ai conti correnti per la semplicità d’utilizzo, una minore attenzione alla gestione del credito e per i bassi costi di ricarica e prelievo.
È per questo che le carte prepagate hanno un ampio seguito sopratutto nel mondo dei giovani, che possono quindi ricevere denaro e attuare compravendite in modo immediato.
Ma qual è la prepagata più conveniente?
Di carte prepagate ce ne sono tante, ma le più utilizzate sono sicuramente la Postepay e la Paypal, che si appoggiano rispettivamente su circuito VISA e MASTERCARD.
Qual è, quindi, la migliore tra le due?

La Postepay ha un costo di commissione pari a 1 euro ed è possibile prelevare con essa presso tutti gli uffici postali o presso un ATM. Il prelievo massimo consentito è pari a 250€, mentre il costo è di 1,75€ presso altri istituti bancari.
La PayPal, invece, ha un costo di commisione di 1,70€ presso i bancomat e nei punti vendita Lottomatica ma è gratuito presso gli istituti Gruppo Banca Sella e le macchine adibite.
Un vantaggio questo a favore di PayPal, che permette un prelievo più semplice e gratuito nel caso di bancomat adibito nelle vicinanze e evita di recarsi in Posta ogni qualvolta ci sia il bisogno di prelevare.
Per quanto riguarda i costi di ricarica, la Postepay ha una politica simile a quella di prelievo, con un costo che parte da un euro se effettuata presso lo sportello di un ufficio postale ma che arriva fino a 3€ presso gli sportelli ATM.
La Paypal, invece, ha un costo di ricarica di 1,50€ presso i punti Lottomatica, mentre di 2,50€ presso i classici Bancomat.

Nel caso di acquisti online, e in particolare su eBay, il metodo più comodo è senza dubbio PayPal.
eBay, infatti, non permette l’acquisto diretto tramite prepagate, ma richiede che queste vengano collegate ad un account PayPal per tenere traccia della transazione in modo sicuro ed evitare quindi truffe.
Il passaggio di denaro da account PayPal a prepagata PayPal è gratuito, mentre richiede una commissione per spostare soldi su una prepagata Postepay.
Se lo scopo della prepagata è quello di immagazzinare o spostare ingenti quantità di denaro, la PayPal si riconferma migliore.
Essa, infatti, ha una capienza massima che raggiunge i 10.000€, contro i soli 3.000€ della Postepay.
Piccolo costo annuo per PayPal, pari a 2€, nel caso di transazioni che superino la somma di 77,44€.
Tale costo è invece esente per quanto riguarda la sua controparte.

Per quanto riguarda la possibilità di ottenere l’estratto conto della carta, ha la meglio la PayPal.
Con essa o con qualsiasi altra prepagata Lottomaticard e Lottomaticard Easy, basta accedere alla sezione dedicata alle carte prepagate Cartalis, inserire il PAN e due cifre del PUK (con relativo codice captcha per bloccare degli eventuali bot) e controllare sia il credito attuale che lo storico movimenti.
Discorso differente per la Postepay, che necessita di una iscrizione presso il sito delle Poste Italiane, con conseguente compilazione di un form di riconoscimento, per poter controllare i vari movimenti effettuati.
In alternativa, è possibile recarsi presso un PostaMat, inserire la carta e il PIN e controllare il solo credito, ma tale opzione è sicuramente più scomoda rispetto al controllo online, specie se il PostaMat è distante.

In definitiva, tra le due prepagate al momento quella più vantaggiosa è probabilmente la PayPal, che con costi generali più bassi, una maggiore diffusione e metodi di prelievo/ricarica più semplici, forniscono un modo efficace e rapido per quanto riguarda le transazioni monetarie, specialmente verso le fasce d’utenza più giovani che, come già accennato, sono quelle che più beneficiano da tale servizio.