Pages Menu
Categories Menu

Posted in Prestiti

Cosa sono i prestiti personali

Scopriamo cosa sono i prestiti personali 

I prestiti personali, o più comunemente conosciuti come prestiti cambializzati, sono una particolare forma di accesso al credito che la banca offre ai suoi clienti. Praticamente, in parole povere, i prestiti cambializzati sono delle richieste di soldi alla banca senza, però, offrire la propria motivazione. I prestiti personali si chiamano anche ‘cambializzati’ proprio perché, poi, i soldi ricevuti vanno restituiti mediante cambiali.

I prestiti personali rientrano, quindi, in quella categoria di prodotti di credito non finalizzati. Non sono, cioè, legati all’acquisto di un bene o per avere un servizio. Una differenza importante rispetto ai prestiti finalizzati è che, se la banca accetta la richiesta, i soldi vanno direttamente al richiedente e non a persone terze, come, ad esempio, succede con un mutuo o per l’acquisto di una macchina.

Il contratto, quindi, viene firmato direttamente tra la banca stessa e il richiedente, senza intermediari, e ci si accorda per un numero di rate entro cui bisogna restituire tutta la cifra che si è ricevuta.

Le garanzie per avere i prestiti personali

Tutte le garanzie da offrire per avere i prestiti personali

Anche se non è sempre così, anche nei prestiti personali vanno offerte delle garanzie alla banca. Soprattutto in tempi di crisi, infatti, l’accesso al credito è sempre molto difficoltoso e, quindi, gli istituti di credito vogliono cautelarsi prima di concedere dei prestiti cambializzati. Vero è che, comunque, questo tipo di prestiti è tra quelli meno soggetti alla richiesta di garanzie e, soprattutto se si è un buon pagatore, la banca potrebbe pure allargare i cordoni dell’accesso al credito.

In ogni caso, però, la tutela della banca è il fatto che il richiedente firma delle cambiali, a cui dovrà dar conto qualora non volesse restituire la somma. Ovviamente, come puoi immaginare, se riesci a offrire anche una garanzia valida (ad esempio una terza che abbia un lavoro statale, quindi praticamente fisso), la banca è meno restìa a dare i soldi richiesti.

Insomma, per avere i prestiti personali non è obbligatorio avere una garanzia ma…è meglio avercela!

I costi dei prestiti personali

Quali sono i costi per avere i prestiti personali?

I prestiti personali spesso possono riservare dei costi nascosti o, quantomeno, sottovalutati. Ad esempio, se da un lato, come abbiamo scritto prima, la banca potrebbe perfino non chiedere alcuna garanzia dall’altro comunque deve avere delle cautele. E le cautele si chiamano ‘assicurazioni’ o, se preferisci, polizze assicurative. Per avere i prestiti cambializzati, infatti, potrebbe essere necessario firmare un’assicurazioni in cui, ad esempio, se perdi il posto di lavoro sarà l’assicurazione a pagare le rate alla banca. Stessa cosa se una persona dovesse morire. Stipulare queste assicurazioni fa sì che il costo finale del finanziamento salga. Di molto? Di poco? Dipende da tanti fattori, come ad esempio quali circostanze vuoi coprire (malattia, perdita del lavoro etc.. etc..). Oltre a ciò, però, vanno sommati i tassi di interesse che, in particolare, sono due: TAN e TAEG. Il TAN, acronimo di Tasso Annuo Nominale, corrisponde in parole semplici al tasso che viene calcolato all’anno sul capitale finanziario, in base alla quantità dello stesso e alla durata. Il TAEG, acronimo di Tasso Annuo Effettivo Globale, esprime il costo complessivo della spesa, incluse tutte le spese accessorie.

I vantaggi dei prestiti personali

Tutti i vantaggi dei prestiti personali

Una volta capito il concetto che c’è dietro ai prestiti cambializzati, capiamo i vantaggi di cui preferisce questa soluzione. In particolare, sono due i punti di forza dei prestiti personali. Quando tu vai in banca e sei già stato segnalato come cattivo pagatore, difficilmente otterrai un prestito finalizzato, ormai sei praticamente segnato. Invece, coni prestiti non finalizzati, se dimostri che le tue condizioni economiche sono cambiate in meglio, puoi ottenere la somma che chiedi. Un bel vantaggio.

Le rate dei prestiti finalizzati sono praticamente immodificabili, salvo condizioni specifiche. Invece, con i prestiti personali la situazione cambia: essendo cambiali, infatti, possono essere rinnovate e andare oltre la scadenza prefissata all’inizio, quando è stato stipulato il contratto (sempre se c’è accordo da entrambe le parti). L’unico svantaggio è che rimandare le cambiali potrebbe portare a un costo aggiuntivo per il cliente, anche se tendenzialmente è in proporzione ai giorni in più.