Pages Menu
Categories Menu

Posted in Prestiti

Prestiti personali: consigli per la scelta

Quando si ha la necessità di avere una liquidità immediata, un prestito personale può sembrare la risposta più giusta, poiché permette di ottenere una somma forfettaria in pochi giorni. Prima di sceglierne il primo che capita però, si dovrebbe capire meglio come i prestiti personali funzionano.

Questi prestiti possono essere richiesti per diversi motivi: per un pagamento di un debito arretrato, il pagamento di ristrutturazioni di casa o per il pagamento di costose cure mediche. Tuttavia molti istituti di credito non chiedono nemmeno la causale a meno che non si abbia già un rapporto debito/reddito elevato.

È possibile ottenere un prestito personale da una banca locale, un istituto di credito, una finanziaria oppure da un intermediario privato. E’ sicuramente più facile ottenere un prestito personale rispetto ad un mutuo, ma questo non vuol dire che non ci si deve guardare attorno per analizzare tutte le offerte presenti in giro.

Ecco alcuni suggerimenti che serviranno a scegliere un prestito personale giusto per le proprie esigenze

Chiedi preventivi a più istituti di credito

Non prendere troppo sul serio i vantaggiosi tassi di interesse pubblicizzati sui siti web delle banche poichè molto spesso essi sono riservati solo ai clienti più qualificati. Dovresti scoprire da solo quali condizioni ti offrirà una banca, recandoti direttamente in una filiale e facendoti stimare un preventivo.

In esso saranno indicate tutte le informazioni necessarie per poter fare le proprie valutazioni. Facendosi fare dei preventivi in più banche, istituti di credito e da intermediari, questi si potranno confrontare tra di loro per poter scegliere quello più conveniente.

Confronta i tassi

Il tasso annuo nominale TAN che una banca offre potrebbe non essere quello che poi si va a pagare su base annua per ripagare l’ammontare del prestito. Il TAEG riflette meglio il costo reale del prestito. Molte banche addebitano commissioni di chiusura o altri oneri relativi alle spese di istruttoria del prestito, rendendo il tasso di interesse effettivo molto più elevato durante la durata di tutto del prestito.

Il TAEG include tutte i costi aggiuntivi che un prestito può prevedere come:

  • Spese di apertura
  • Spese di elaborazione
  • Commissione di preparazione della documentazione

Si dovrebbe sempre chiedere, a chi eroga il prestito, quali commissioni aggiuntive addebita, poiché ogni banca o prestatore applica costi aggiuntivi differenti. A volte le commissioni dipendono dalla situazione del richiedente: chi ha punteggio di credito più elevato ed indici di debito più bassi può pagare meno commissioni rispetto a chi ha un punteggio di credito basso o rapporti di debito elevati.

Il TAEG somma quindi al tasso di interesse annuo tutte le commissioni aggiuntive da pagare relative all’erogazione del prestito.

Anche se non dovresti concentrarti solo su TAN o TAEG, avere tutte le informazioni a disposizione aiuta nella scelta finale. La legge impone ai finanziatori di citare il TAEG quando si richiede un prestito personale, quindi è molto facile effettuare un confronto tra tutti i valori di questo tasso nei preventivi richiesti alle varie banche.

Metodi per risparmiare sui prestiti

Firmare sulla linea tratteggiata a fondo pagina del contratto significa accettare un prestito che dovrà essere rimborsato in diverse rate. Se osservi attentamente il contratto, vedrai esattamente qual è la rata da pagare e come è stata calcolata, quindi quanto è l’interesse che pagherai durante tutta la durata del prestito e quanto tempo durerà l’ammortamento.

Esistono diversi modi per risparmiare sugli interessi (supponendo che non si abbiano penalità dovute a problemi passati su prestiti o mutui):

  • scegli il numero di rate annuale più frequente;
  • scegli il minor numero di anni di prestito possibile;
  • imposta pagamenti automatici per evitare commissioni per eventuali ritardi di pagamento della rata;
  • evita addebiti aggiuntivi per l’elaborazione dei controlli da parte della banca.

Conclusione

I prestiti personali sono sicuramente utili, ma non sono l’unica soluzione. Solo perché un amico ha richiesto ed ottenuto il prestito di una grossa cifra da una determinata banca non significa che chiunque lo possa avere.

Dunque prenditi il tempo per valutare bene, per guardarti intorno e trovare il prestito personale più adatto alla tua situazione finanziaria.