Pages Menu
Categories Menu

Posted in Prestiti

Prestito d’ onore: cosa sono e come funzionano?

Spesso si parla di prestiti e finanziamenti online, ok bene ma se volessimo aprire un’attività in proprio o un  franchising esistono delle agevolazioni o strumenti per agevolare la nostra atività?

Si: la nostra legge  prevede per casi e situazioni specifiche  delle agevolazioni che vengono erogate sottoforma  di prestito d’onore.

Prestito d’onore

La legge 608 1996 ha introdotto il prestito d’onore,successivamente rivisto con il decreto legislativo n. 185 del 2000 ovvero uno strumento atto ad agevolare le piccole imprese individuali o le attività imprenditoriali.

Questa forma di prestito è stata pensata e adattata soprattutto per i giovani e imprenditori di piccole dimensioni che vogliono lanciare la propria attività in ambito di beni e o servizi

Tipicamente prevede un finanziamento di capitale del 60% a fondo perduto e un 40% che viene erogato sotto forma di prestito con un tasso stabilito e tendenzialmente agevolato.

N.B  Sono state pensate anche forme di prestiti  d’onore per giovani supportandoli nei loro percorsi di formazione universitaria o professionale. 

Prestiti d’onore: quali sono i requisiti?

Per ottenere questa tipologia di prestito sono necessari requisiti minimi tra cui: aver compiuto 18 anni, non aver avuto una occupazione nei 6 mesi precedenti alla presentazione della domanda e ovviamente essere residenti in Italia.

L’iter burocratico delle domande è gestito e tenuto da Invitalia (Agenzia nazionale per l’attrazione d’investimento e lo sviluppo d’impresa S.p.A.) che accetta domande inviate sia online che in forma cartacea. Tipicamente occorrono 60 giorni per vedere completata l’istruttoria che prevede anche seminari formativi online erogati dall’ente stesso.

Esistono diverse tipologie di prestito d’onore vediamole assieme:

Prestito d’onore per il lavoro autonomo o per lavoratori autonomi:

In questo caso l’importo massimo finanziabile è di 25.823€ per: attrezzature, impianti, macchinari ecc. Le agevolazioni prevedono un contributo a fondo perduto e un tasso agevolato fino a 15mila euro da restituire in cinque anni.

Prestito d’onore per la micro-impresa

Qui abbiamo una soglia piu alta fino a 129.114 euro destinati a: attrezzature, impianti, ecc. Rientrano anche le spese dovute come semilavorati o materie prime per esempio. Le agevolazioni prevedono un fondo perduto  fino a 12 mila euro e ovviamente un finanziamento agevolato per l’avviamento e la gestione dell’attività  d’impresa.

Prestito d’onore per il franchising

In questo scenario è previsto sia un finanziamento a fondo perduto  sia un mutuo a tasso agevolato . In questo caso le entità andranno calcolate secondo determinati parametri definiti con l’ente.